> Quando Frattini diceva “La democrazia si esporta con tutti i mezzi necessari” >

lunedì 21 febbraio 2011

Quando Frattini diceva “La democrazia si esporta con tutti i mezzi necessari”



http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2010/12/frattini.jpg

Voglio tornare a parlare delle frasi di Franco Frattini riguardo alla Libia :

«L'Europa non deve esportare la democrazia. Noi vogliamo sostenere il processo democratico, ma non dobbiamo dire: questo è il nostro modello europeo, prendetelo. Non sarebbe rispettoso dell' indipendenza del popolo, della sua ownership»

Beh ragazzi leggete un po’ come parlava il ministro, appena 4 mesi fa (11 Ottobre 2010), riguardo la missione in Afghanistan, in un intervista di Gigi Di Fiore su Il Mattino (riporto solo uno stralcio dell’intervista, che potrete leggere per intero a questo LINK):

Tra le opposizioni, ma anche in settori dell'opinione pubblica, però, si insiste a chiedere il ritiro immediato dei militari. Non sono troppi 34 soldati morti in Afghanistan?

«Chi chiede il ritiro immediato fa strumentalizzazioni politiche. La morte dei nostri ragazzi provoca giusta emozione e anima comprensibili reazioni emotive. Ma io dico che portare democrazia in Afghanistan significa dare sicurezza in Europa, tenendo lontano il terrorismo internazionale dalle nostre città».

C'è chi dice: la democrazia non si esporta con le armi, se si uccide in Afghanistan significa che la gente non vuole i militari dell'occidente. È vero?

«La democrazia si esporta con tutti i mezzi necessari. Le armi servono solo a difendersi e ad assicurare la vita quotidiana (…)»

Come cambiano in fretta i “tempi” eh signor ministro? Soprattutto se la nazione di turno in cui andrebbe “esportata la democrazia” è guidata dal dittatore grande amico di Berlusconi … no?





 

Nessun commento:

>