> Nel Veneto post-alluvione l’anno inizia con 300 mila euro per aiutare la caccia >

domenica 30 gennaio 2011

Nel Veneto post-alluvione l’anno inizia con 300 mila euro per aiutare la caccia



GEAPRESS – Ancora non curate tutte le ferite e risarciti i danni della recente alluvione nel Veneto, e la Giunta regionale guidata dal Governatore Luca Zaia trova i fondi per l’ennesimo finanziamento di migliaia di euro alle attività delle associazioni venatorie, queste ultime evidentemente ancora assai potenti sul territorio. La denuncia arriva dalla LAC e dai Verdi che segnalano che sul primo bollettino ufficiale della Regione Veneto del 2011 si trovano due delibere di giunta che elargiscono oltre 300 mila euro per utilissime finalità pubbliche, a favore dell’attività venatoria ed eventi di promozione della caccia.

La quinta edizione di “Hunting Show”, in programma dal 19 al 22 febbraio prossimi a Vicenza, riceve 150 mila euro per organizzare la promozione delle migliori tecniche destinate all’uccisione degli animali selvatici, stessa finalità per la manifestazione “Caccia, Pesca e Natura”, che si svolgerà a Longarone (BL) a fine maggio e che riceve 35 mila euro. Il titolo della relativa delibera? “Iniziative regionali per lo sviluppo e la divulgazione delle conoscenze ecologiche e biologiche del settore faunistico”, il contrasto con le vere finalità sembra evidente.

Una seconda delibera destina a pioggia vari contributi per un totale di 124 mila euro destinati, con entità diverse, all’allevamento dei richiami vivi, al monitoraggio della fauna cacciabile, allo studio della fauna acquatica con finalità di caccia, a studi per lo sterminio delle nutrie, ad un’associazione che si dedica alla caccia alla beccaccia ed infine all’aiuto per l’addestramento di cani da ferma.

La giunta regionale del Veneto, certo non l’unica, offre ancora un occhio di riguardo alla lobby delle associazioni venatorie anche in questo periodo di tagli alle spese da parte delle amministrazioni pubbliche e nonostante la presenza di un problema contingente legato alla scorsa alluvione, da cui molti cittadini si devono ancora sollevare.

Se neppure in questo periodo di tagli vengono sospese queste elargizioni quando avverrà che la regioni italiane riterranno superflue le spese per il sostegno e lo sviluppo alla caccia?

 

da GEAPRESS

grazie a Matt Baggiani per la segnalazione





 

Nessun commento:

>