> Emendamento nel Milleproroghe per riaprire ed estendere il condono edilizio >

sabato 29 gennaio 2011

Emendamento nel Milleproroghe per riaprire ed estendere il condono edilizio



Stanno cercando per l’ennesima volta di riaprire il condono edilizio in tutt’Italia attraverso un emendamento al decreto Milleproroghe. E di estenderlo a immobili sottoposti a vincoli dei beni ambientali e paesistici

Formalmente, la riapertura vuol dare un’altra chance a quegli sbadati che – avendo commesso un abuso edilizio prima del 2003 – si fossero fino ad oggi dimenticati di avviare le pratiche per la regolarizzazione.

L’abusivismo edilizio si situa a mille miglia dalla mia cultura. Però credo proprio che se avessi commesso un abuso non avrei aspettato fino ad ora. Dunque non ci vuole molta fantasia per immaginare quale sia lo scopo – o almeno il risultato – dell’eventuale riapertura dei termini del condono, sempre che venga effettivamente approvata.

Credo anche che un abuso lesivo dell’ambiente e del paesaggio non possa mai essere condonato. Mai. Equivarrebbe ad un invito, presente e futuro, a svilire il territorio. Eppure è proprio quello che vogliono fare.

Atepro – il blog dell’associazione tecnici e professionisti romani – ha scovato il testo completo del tentativo di condono 2011. Vi rimando al link in fondo, se vorrete prendervi il piacere della lettura.

Dal canto mio, mi limito a rilevare che un cima all’elenco dei firmatari c’è il senatore Carlo Sarro (Pdl). Egli, in varie interviste, afferma di aver presentato emendamenti solo per riaprire i termini del condono 2003 in Campania, e per sospendere, sempre e solo in Campania, l’abbattimento degli immobili abusivi.

Secondo Open Parlamento, il sito che raccoglie i dati sull’attività dei parlamentari, il senatore Sarro ha invano presentato emendamenti per inserire la proroga del condono e-o la sospensione delle demolizioni in Campania nella Finanziaria 2010, nella manovra correttiva 2010, nel Milleproroghe 2010, nel Milleproroghe 2009…

C’era la sua firma anche in calce ai tentativi di condonare gli abusi “per necessità” su tutto il territorio nazionale e di varare un condono anche nelle aree protette.

Una costante della sua attività, insomma. Su Open Parlamento non ci sono ancora i suoi ultimi emendamenti in materia di condono.I prossimi giorni ci diranno se il tentativo stavolta è riuscito.

Da parte mia, pago le tasse fino all’ultimo centesimo e rispetto le leggi, in materia di edilizia e non: la riapertura del condono appartiene ad un’Italia che non è la mia Italia. Appartiene ad un’Italia di cui sono francamente stufa.

Su Atepro il testo dell’emendamento che mira a riaprire e modificare il condono edilizio 2003

La legge del condono edilizio 2003 (il link si apre automaticamente all’articolo che sarebbe modificato dall’emendamento)

Su Casa e Clima: il senatore Sarro: la proposta di condono riguarda solo la Campania

L’attività del senatore Sarro su Open Parlamento

Foto Flickr

 

Fonte Articolo





 

1 commento:

>