> Esposto di Tremonti all’Agcom contro Report >

domenica 12 dicembre 2010

Esposto di Tremonti all’Agcom contro Report



Il ministro Giulio Tremonti ha presentato un esposto all’Agcom contro la trasmissione di Raitre, Report, che a suo dire  ha “leso i principi di completezza, correttezza, obiettività, imparzialità e pluralismo dell’informazione” e per questo chiede che la trasmissione condotta da Milena Gabanelli venga sanzionata.

A quanto pare a non andare giù al ministro dell’economia è stata la puntata dello scorso 24 ottobre in cui venne fatta un’attenta analisi sulla manovra finanziaria voluta da Tremonti … venivano ricordati i tanti tagli voluti dal ministro ma anche alcuni strani movimenti, come i “60mila euro destinati agli animali da compagnia, 100mila ai restauri delle croci, 329mila a una scuola della moglie di Umberto Bossi, 500mila alla chiesa di san Pietro e Calisto” …

L’Agcom subito ha aperto un istruttoria, secondo l’esposto è mancato il contraddittorio e “la trasmissione non ha compiuto nessun approfondimento e nessuna vera informazione”. Report ha 30 giorni per presentare una memoria difensiva … peccato che l’esposto è arrivato con 12  giorni di ritardo … ne rimangono appena 18!

«Perché mi è stato comunicato così in ritardo dell'esposto del ministro Tremonti contro Report e su mia richiesta?», «Io sono entrata in possesso dell'esposto solo il 10 dicembre, quindi 12 giorni dopo la notifica, e su mia richiesta: mi sono rivolta all'ufficio legale attraverso il direttore di Raitre Ruffini» ha commentato la stessa Gabanelli durante l’apertura della puntata andata in onda questa sera.

Infatti l’esposto sarebbe stato notificato lo scorso 29 novembre  alla Rai ma è stato presentato alla trasmissione solo 2 giorni fa … la direzione Affari Legali della Rai precisa che non c’è stato alcun ritardo e replica così alla denuncia della Gabanelli «Il provvedimento dell'Autorità dell'avvio del procedimento su segnalazione del ministro Tremonti è stato infatti notificato alla Rai in data 2 dicembre e inviato dalla direzione Affari Legali alla Segreteria del direttore di Raitre, Paolo Ruffini, il giorno 3 dicembre e poi formalmente trasmesso il 10 dicembre con le rituali osservazioni ai fini della predisponenda attività difensiva che evidentemente verrà espletata nella piena osservanza dei termini di legge».





 

Nessun commento:

>